📦 SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

Simone Sangalli
Simone Sangalli, classe 1992.

Simone Sangalli nasce il 16 luglio 1992 a Cernusco sul Naviglio, alle porte di Milano. Inizia i suoi studi presso l’istituto grafico Caterina da Siena dove muove i primi passi verso il mondo della comunicazione visiva. Si iscrive all’Accademia John Kaverdash dove studia storia della fotografia e acquisisce una visione completa del mondo della comunicazione d’immagine e dei maggiori stili e tecniche fotografiche esistenti. La forte passione per la fotografia Umanista francese lo spinge a scattare in strada, ritraendo i soggetti nella loro vita quotidiana. Simone trascorre un lungo periodo a Londra, durante il quale lavora come fotografo a eventi mondani. Contemporaneamente la sua anima solitaria lo indirizza verso una fotografia sotto forma di diario personale, gira per la città, si spinge nelle zone meno note e più inedite. Al ritorno in Italia le forti emozioni suscitate dalla Capitale inglese danno vita a “Osservare", mostra fotografica che racconta Londra attraverso gli occhi di un osservatore. Successivamente investe nuove energie nel viaggio “Introspezione" progetto che, guidato dal libro di Calvino "Le città invisibili", lo conduce a girare in molte città italiane per riportarne la loro essenza. Il progetto viene esposto a Milano ed è in cantiere un fotolibro. La sua lenta ma costante ricerca lo conduce a Manila, dove cattura una città spaccata in due, logorata dalle diseguaglianze sociali. Il viaggio da vita al progetto "Contrasti, luci e ombre del XXI secolo”, esposto poi durante il Milano Photo Festival 2019, presso l'Atelier ArtePassante. Contemporaneamente coltiva la sua passione per la scrittura pubblicando diversi articoli sulla rivista online Erodoto108. Attualmente è studente presso MuSa fotografia.

POETICA

“Nonostante il mio percorso di studi mi portasse molto vicino al mondo della moda e della pubblicità, ho capito subito che quella non era la mia strada. Ho iniziato da piccolo a scattare le cose semplici che mi stavano intorno: uscivo in giardino e fotografavo il mio cane, la mia casa, osservavo e scattavo. Studiando mi sono poi appassionato al mondo della fotografia francese del secondo dopoguerra e ho da sempre visto la vita quotidiana di strada come palcoscenico dei miei racconti fotografici. Nei miei scatti tento di unire una forte estetica a un contenuto più emozionale esprimendo così la mia visione della realtà cercando di riordinare il caos della vita per renderlo più leggero e fruibile. Il mio tentativo infine è quello di creare delle immagini senza tempo che possano raccontare emozioni che vadano oltre al contesto attuale”.

ESPOSIZIONI
  • “Osservare”, organizzazone indipendete, Vecchia Filanda di Cernusco Sul Naviglio, 2015;
  • “Introspezione", rassegna giovani artisti LatoB milano, LatoB, Milano, 2017;
  • “Contrasti”, luci ed ombre del XXI secolo. Milano Photo Festival. ArtePassante, Milano, 2019.

Visualizzazione di tutti i 10 risultati

Shopping cart

0

No products in the cart.